Introduzione

Utilizzando Godot nel tempo ho notato varie incosistenze e difetti nella traduzione italiana. Per questo, propongo di creare delle linee guida alla traduzione in Italiano di Godot. Esse ovviamente non saranno regole ferree, ma semplicemente un punto di riferimento per chiunque voglia togliersi eventuali dubbi su come tradurre certi aspetti in un modo coerente col resto della traduzione.

Perché pensare alla traduzione di Godot?

Godot è un motore di gioco particolarmente accessibile. Tradurlo in Italiano lo renderebbe ancora di più, visto che non tutti sanno bene l’Inglese.

I problemi della traduzione attuale

I problemi più grandi che attualmente noto nella traduzione attuale sono brevemente riassumibili in una mancanza di adattamento in Italiano(specialmente ortografico) in molte stringhe, causando una divisione tra lo stile anglosassone delle stringhe originali e quello italiano delle stringhe riadattate.

Ovviamente, probabilmente ci sono altri problemi più piccoli che, se questa proposta verrà accettata, individueremo e risolveremo, ma questi sono i più grandi che ho notato e quelli che mostrerò più nel dettaglio in questa pagina.

Ortografia

Sotto l’aspetto ortografico la traduzione è divisa tra stringhe con uso inglese e italiano del maiuscolo e della punteggiatura.

Un esempio di inconsistenza dell’uso del maiuscolo si può notare con le due stringhe “Installa il Build Template di Android” e “Gestisci le funzionalità dell’editor”, accessibili rispettivamente presso il menù a tendina “Progetto” ed “Editor”. Nella prima stringa l’uso del maiuscolo è quello anglosassone per i titoli che consiste nello scrivere l’iniziale di ogni parola importante in maiuscolo, mentre nella seconda l’uso è quello italiano che tutti conosciamo. 

Ovviamente, l’ortografia corretta da seguire in questo caso sarebbe quella italiana, essendo la lingua nella quale vogliamo tradurre.

Lessico

Il primo problema del lessico che ho notato è stato l’inconsistenza nell’uso di termini inglesi e di vari tentativi di traduzione diversi per la stessa parola in più frasi(per esempio, in precedenza avevo notato l’uso di “layout”, “schema” e “disposizione” per indicare lo stesso concetto, problema che ho tentato di aggiustare un po’ di tempo fa).

Mentre un’altro problema da non ignorare è l’utilizzo di termini presi direttamente dall’Inglese dove non necessario(“layout” riprendendo l’esempio di prima), cosa che riesce a diminuire la comprensibilità per tutti coloro che non sanno bene l’Inglese, i quali sono il vero pubblico destinato a queste traduzioni. Idealmente andrebbero tradotte più parole possibili senza che però diminuiscano troppo la comprensibilità degli utenti esperti, che hanno più esperienza con certe parole in inglese, in modo da non disorientarli. Dove posizionare quest’asticella è la parte più importante da discutere, e dipende dal contesto di ogni parola.

“layout” per esempio, può essere tranquillamente tradotto senza diminuire la comprensibilità agli utenti esperti, ma aumentando la comprensibilità agli utenti che non sanno bene l’inglese, ma probabilmente non “debug”, visto che potrebbe disorientare eccessivamente gli utenti più esperti. Tutto questo ovviamente è da discutere, e potrebbe cambiare.

La piattaforma di traduzione “Weblate” ha una funzionalità che tenta di risolvere il primo problema con un glossario aggiornabile da tutti, ma attualmente è piuttosto inutilizzato e incompleto, quindi potremmo usarlo e compilarlo dopo sufficienti discussioni.

Il secondo problema può essere risolto solo discutendo su quale termine vada e non vada tradotto mentre compiliamo il glossario.

Il piano

Preso tutto questo in considerazione, se tutti sono d’accordo, per ora il mio piano è il seguente:

  • Identificare tutti i problemi restanti con Godot grandi e piccoli dalle opinioni dei vari utenti che utilizzano l’editor, la documentazione, eccetera.
  • Concordare uno stile per le traduzioni(formalità, ortografia, eccetera) e iniziare a integrarlo in una bozza per le linee guida.
  • Concordare su come tradurre tutto il lessico, andando parola per parola e integrando il tutto nelle linee guida, completandole, e nel glossario di Weblate per un accesso facilitato.
  • Eventualmente, col tempo, correggere tutte le traduzioni seguendo lo stile delle linee guida.

Risorse utili

Sul gruppo Telegram l’utente Rosto(@Rosto97) mi ha mostrato delle ottime linee guida di traduzione ideate per KDE che utilizza e che potrebbero essere usate come spunto per creare delle nostre.

In più, in una conversazione un po’ più vecchia, Fabio(@fales) ha trovato una vecchia lista di “Progetti di traduzione italiana riguardanti il software libero” della sezione italiana del “Free Translation Project” che ci potrebbe risultare molto utile anche se molti collegamenti sono saltati.

Discutine!

Cosa ne pensi di questa proposta? Cosa cambieresti della traduzione corrente? Hai qualche idea su come tradurre qualche termine? Tutte le discussioni principali su questa proposta verranno fatte nel server Discord ufficiale nel canale “#🌍tradurre-godot”, accessibile tramite il pulsante qui sotto.